Riconoscere la stenosi uretrale: i sintomi

stenosi uretrale sintomi

Per comprendere meglio cos’è la stenosi uretrale proviamo a immaginare l’uretra come un tubo di irrigazione per giardino. Quando nel tubo c’è una piega o un restringimento, il flusso di acqua è ridotto; lo stesso accade quando si ha una stenosi (restringimento) nell’uretra, questo determina un flusso di urina ridotto e comporta sintomi specifici nel paziente.

La stenosi uretrale è una patologia frequente che può insorgere in entrambi i sessi, ma risulta molto più comune nei pazienti maschi data la maggiore lunghezza dell’uretra.

In seguito a stenosi uretrale, possono verificarsi non solo problemi relativi alla minzione, ma anche infezioni delle vie urinarie e della prostata, gonfiore e danni ai reni, qualora si verificassero blocchi gravi che si protraggono per tempi eccessivamente lunghi.

Il principale sintomo associato alla stenosi uretrale è correlato alla difficoltà di minzione. Il paziente impiega più tempo ad urinare e ha spesso la sensazione di svuotamento incompleto della vescica, questo comporta una maggiore frequenza ed urgenza nel dover espellere l’urina.

 

I sintomi di stenosi uretrale

I segni e i sintomi più comuni di stenosi uretrale includono:

  • diminuzione del flusso di urina;
  • svuotamento vescicale incompleto;
  • difficoltà, tensione o dolore durante la minzione;
  • necessità frequente di urinare;
  • infezioni del tratto urinario;
  • possibile riduzione della spinta di eiaculazione.

La stenosi deve essere ben diagnosticata e trattata perché i sintomi possono peggiorare gradualmente portando a complicazioni, tra cui:

  • infezioni ricorrenti del tratto urinario;
  • diverticoli vescicali (estroflessioni della parete interna della vescica);
  • reflusso vescico-ureterale (flusso dell’urina che cambia verso fino a risalire agli ureteri, canali che connettono reni e vescica).

 

Difficoltà di minzione: un sintomo tante cause

I sintomi legati alla stenosi uretrale, e in particolare la difficoltà nella minzione, possono essere riconducibili anche ad altri disturbi.

 

Possibili altre cause di difficoltà nella minzione Differenze con la stenosi uretrale
Ingrossamento prostatico

(benigno o canceroso)

Se il paziente ha un ingrossamento della prostata (ghiandola che circonda l’uretra a livello della base della vescica) la minzione sarà ostacolata dall’aumentato spessore di questo organo.
Prostatite

(infiammazione della prostata)

Se il paziente ha la prostatite, oltre alla difficoltà nella minzione presenterà altri tipici disturbi quali: forti bruciori, possibile presenza di sangue nelle urine e alti livelli di PSA*

(*PSA: antigene prostatico specifico, molecola specificatamente prodotta dalla prostata i cui livelli sono misurati a fine diagnostico)

Malattie del sistema nervoso centrale e/o del sistema nervoso periferico Se il paziente soffre di malattie a carico del sistema nervoso, in particolare malattie neurodegenerative come il morbo di Parkinson, può avere un minore controllo della muscolatura della vescica e della minzione.

 

 

Alla luce delle varie cause che possono essere nascoste dietro alla difficoltà di minzione, è importante che il paziente si monitori e riporti puntualmente al medico tutte le informazioni utili ad escludere altri disordini.

Strumenti utili per monitorare i sintomi di stenosi uretrale

Per supportare il medico nella diagnosi di stenosi uretrale ed escludere altre patologie, risulta essenziale la valutazione della storia clinica del paziente, e in quest’ottica possono essere molto utili i questionari di autovalutazione dei sintomi, come:

  • questionario IPSS (The International Prostate Symptom Score), specifico per i pazienti maschi, consiste di 8 domande, sette inerenti ai sintomi legati alla minzione e l’ultima sulla qualità di vita percepita dal paziente. Il punteggio finale ricavato dal questionario serve per inquadrare il paziente, in base alla gravità dei sintomi, in uno dei 4 gruppi predefiniti;
  • questionario ICIQ-MLUTS (Questionario Internazionale per la Valutazione di Incontinenza – The International Consultation on Incontinence Questionnaire), consiste di 13 domande ed è compilato dal paziente. Comprende paragrafi specifici per la nicturia (alzarsi di notte per urinare) e per la vescica iperattiva (sensazione frequente di dover urinare urgentemente).

Un altro strumento per inquadrare la patologia, che può essere utile sia al paziente che al medico, è il “Diario Minzionale”. Questo è uno strumento di monitoraggio del paziente che permette di ricavare informazioni importanti sulla minzione, come la frequenza di svuotamento diurno e notturno, il volume delle singole minzioni, il volume totale svuotato e la quantità di urina prodotta durante la notte, il tutto in maniera molto dettagliata e limitando errori di tipo mnemonico da parte del paziente. Per permettere una analisi dei dati registrati, l’uso del diario minzionale deve durare per più di tre giorni.

La stenosi uretrale è un disturbo per cui è necessario consultare il medico specialista, ma per arrivare a una diagnosi rapida e precisa è importante che il paziente ascolti il proprio corpo e riporti al medico quanti più dettagli possibili.

Fonti

  • Abdeen BM, Badreldin AM. Urethral Strictures. 2021 Oct 21. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2022 Jan–.
  • Homma Y, Gotoh M, Kawauchi A, Kojima Y, Masumori N, Nagai A, Saitoh T, Sakai H, Takahashi S, Ukimura O, Yamanishi T, Yokoyama O, Yoshida M, Maeda K. Clinical guidelines for male lower urinary tract symptoms and benign prostatic hyperplasia. Int J Urol. 2017 Oct;24(10):716-729.
  • Linee Guida EAU per il trattamento dei sintomi non neurogeni delle basse vie urinarie maschili e dell’ostruzione cervico-prostatica (bpo)
  • https://www.urologyhealth.org/urology-a-z/u/urethral-stricture-disease
  • https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/urethral-stricture/symptoms-causes/syc-20362330
  • https://my.clevelandclinic.org/health/diseases/15537-urethral-stricture-in-men